Make your own free website on Tripod.com

 

LA FONTANA DEL NETTUNO DI TRENTOright

 

a Trento

La Fontana del Nettuno e la Statua del Nettuno

Il progetto complessivo della Fontana del Nettuno e la sua realizzazione ( 1767 - 1769 ) è opera di Francesco Antonio Giongo, il quale vi " travagliò pure collo scalpello " per ciò che attiene all'architettura, mentre per la statua del Nettuno in alto, i Tritoni ed altri dei marini all'intorno, furono scolpiti da Stefano Salterio di Como. Tutto l'insieme della fontana, monumento pricipe della scultura settecentesca locale, si divide in tre piani: sulla vetta si trova la statua del Mettuno in bronzo, copia di quella di pietra che si trova nel cortile di palazzo Thun.

Al di sotto del Nettuno troviamo la vasca superiore, in pietra rosa del diametro di circa tre metri, sagomata con grande eleganza. La vasca poggia su uno stelo con quattro mensole alla base della quale quattro giovani Tritoni lanciano in alto otto zampilli. Il primo circuito è composto da otto vasche a profili curvilinei e spezzati,da cui escono quattro cavalli marini che soffiano anchessi l'acqua. Anche le vasche inferiori e lo stelo sono in pietra rosa, tutte le figure sono in pietra bianca. La costruzione è alta dodici metri e poggia sopra una grandiosa scalinata poligonale che, un tempo era contornata da sedici pilastrini in pietra bianca. Nella fontana la presenza plastica delle vasche sinuose e delle figure marine, fondendosi ai mutevoli effetti ottici e sonori dell'acqua, crea uno spettacolo sempre nuovo e mutevole, visibile da ogni punto di Piazza Duomo. E a proposito della localizzazione della fontana entro la piazza è importante sottolineare come essa si trovi perfettamente in asse con il protiro del Duomo; questo un tempo era sottolineato da corsi di lastre di pietra, che correvano dal protiro appunto, verso l'imbocco di via Belenzani, quasi preannunciando ed inquadrandola la via oltre che per sottolineare l'antico percorso di cortei e processioni. Molte ipotesi sono state fatte sul perchè il popolo trentino abbia voluto dedicare a Nettuno una delle più belle fontane d'Europa. In realtà Trento, così lontana dal mare, non possiede nessuna testimonianza del culto di Nettuno, divinità marina e non fluviale, l'idea della fontana venne invece dal nome della citta del tridente

Immagine 001.jpg (196822 byte) Immagine 002.jpg (198697 byte) Immagine 003.jpg (187609 byte) Immagine 043.jpg (177456 byte) Immagine 044.jpg (146886 byte) fontana3.jpg (206958 byte) fontana4.jpg (195326 byte) fontana5.jpg (167406 byte)

 

 
  

  Return to Top    

Antonio@Enio